Non rovinarti il gioco di ruolo

Quello che succede nel GdR resta nel Gdr!

Parafrasando una frase del celebre “Fight Club” voglio dirti che non te la devi prendere per le sorti del tuo personaggio, perchè durante una seduta di giochi di ruolo può capitargli di tutto. In trent’anni di GdR ho visto alcuni giocatori sbattersene e altri prendersela a morte. Io stesso alcune volte mi sono sentito offeso. L’esperienza mi ha portato a fare certi ragionamenti che puoi leggere in questo articolo.

Le discussioni portano via tempo al gioco
Rispetto ed educazione
La libertà di interpretare

 

Può capitare che i personaggi ne combinino di tutti i colori anche a discapito gli uni degli altri. Potrebbero azzuffarsi, insultarsi ed arrivare persino ad uccidersi! Dipende dall’evolversi della cronaca che stai giocando. Non fa piacere a nessuno vedere bistrattato il proprio personaggio, però non ti dovresti offendere come giocatore.

Le discussioni portano via tempo al gioco

In passato ho assistito (a volte anche partecipato) a discussioni tra i giocatori su azioni svolte durante la sessione: “tu mi hai fatto questo”, “tu mi hai fatto quest’altro”, “non potevi farlo”, ecc. ecc.

Ammetto che non fossero molto differenti da quelle che si facevano tra bambini che:
non accettavano le regole del gioco (perché a loro sfavorevoli)
non avevano regole (perché nessuno le aveva stabilite chiaramente o nessuno se ne faceva garante)

Le discussioni tra giocatori sono quasi sempre deleterie, perché interrompono il gioco e rovinano la parte ludica di questa passione. Peggio ancora le discussioni tra Giocatori e Master sullo svolgimento delle azioni o interpretazioni del regolamento.

La cosa migliore è chiarirsi fuori dalle sessioni di gioco e ricordare che “i personaggi possono pure pestarsi ma i giocatori dovrebbero essere amici”.

Rispetto ed educazione

Personalmente non tollero la mancanza di educazione e cortesia verso un altro giocatore. Il rispetto delle persone è fondamentale, ma purtroppo non tutti la pensano così.

Immedesimarsi è sicuramente bello ma non si deve confondere la mancanza di rispetto tra personaggi con quella tra i giocatori. Se un giocatore è maleducato e cafone e sono io il master gli chiedo di andarsene; se sono un giocatore e il master non fa niente, me ne vado io.
Il rapporto tra i personaggi deve però restare svincolato da quello di amicizia e reciproco rispetto che lega i giocatori. Questo vuol dire che non è obbligatorio giocare per forza come se tutti personaggi fossero i membri della famiglia Bradford.

La libertà di interpretare

Nel gioco di ruolo devi sentirti libero di interpretare al tuo meglio, senza pensare che un Giocatore possa prendersela per quello che farai al suo personaggio e, a tua volta, devi preventivare che qualcuno possa danneggiare il tuo.

Siccome spesso si crea un rapporto di amicizia nei gruppi che giocano da più tempo, finita la seduta di GdR, o durante la pausa, quello che è successo tra i personaggi resta con i personaggi. Voi restate amici che si divertono con la loro passione.

Ricordo ancora la prima avventura di Dungeons&Dragons che giocai più di trent’anni fa:

io e mio fratello eravamo i giocatori e poi c’era il “venerabile master Michele” ;). Alla fine, ucciso il mostro e recuperato il tesoro, essendo il mio pg malvagio, ho provato a colpire alle spalle il personaggio di mio fratello. Purtroppo mi è andata male. Però ci siamo divertiti tutti e ancora ci ricordiamo divertiti di questo episodio.

Quindi appassionati, immedesimati ed interpreta, senza paura che qualcuno si offenda ed aspettati che gli altri facciano lo stesso con te.

Buon Divertimento!

Ricordati che se ti iscrivi alle nostre Newsletter, riceverai tutti gli aggiornamenti del Blog, potrai suggerire argomenti, votare i nostri sondaggi, scaricare il materiale e diventare membro attivo della Community di noi Appassionati dei GdR.

Alcuni articoli consigliati:

Gioco di ruolo cosa è?

Come creare un personaggio malvagio

 

luglio 18th, 2017 by